Articolo molto interessante per la nostra salute.:) Zah
Estratto dal sito:
http://www.salute-e-benessere.org
I parabeni sono i conservanti più comuni nell’industria cosmetica; essi impediscono a funghi, batteri e altri microbi di crescere nelle vostre creme e trucchi preferiti, soprattutto nell’ambiente umido, caldo di una stanza da bagno.
Li trovate sotto diversi nomi – metilparaben, etilparaben, propilparaben, butilparaben e Isobutylparaben – nell’elenco di ingredienti di migliaia di prodotti
per la cura personale: negli shampoo, nei mascara, nei fondotinta, nelle lozioni per il corpo. Però negli ultimi anni è iniziato un dibattito tra gli scienziati, le autorità di regolamentazione di sicurezza dei prodotti e i produttori di cosmetici sulla possibilità che queste sostanze chimiche onnipresenti, utilizzate da oltre 70 anni, possano veramente nuocere alla nostra salute.
Purtroppo ci sono delle domande ancora senza risposta: c’è una connessione tra la crescente incidenza di cancro al seno e il fatto che delle molecole di parabene (che ha la peculiarità di poter mimare l’estrogeno) siano state trovate nei tumori del cancro al seno? C’è una connessione tra il calo del numero degli spermatozoi e l’aumento dei tassi di carcinoma mammario maschile e di cancro testicolare e il fatto che questi composti chimici possano essere assorbiti dalla nostra pelle, con potenziale sconvolgimento dei sistemi endocrini?
Ancora non si sa. Però alcuni ricercatori pensano che ci potrebbe essere un motivo di preoccupazione. Uno dei ricercatori più attivi in questo riguardo è Philippa Darbre, docente di oncologia e ricercatore in scienze biomolecolari all’Università di Reading, in Inghilterra. La sua specializzazione è l’impatto dell’estrogeno sul cancro mammario. La sua squadra ha pubblicato nel 2004 uno studio chiave in cui mostravano di aver trovato dei parabeni in 18 delle 20 biopsie di tumori mammari. Il suo studio non dimostrava che siano stati i parabeni a provocare il cancro, ma solo la facilità con cui potevano essere rilevati tra le cellule cancerose.
Buon inizio settimana! E… Occhio all’Inci dei prodotti! ( Vedi articolo sull’Inci ;)) Ciao! Zah

image

Esempio di Inci con un parabene “Methylparaben”.

Annunci

Proвleмι a rιcordare, мeмorιzzare e dι concenтraмenтo?
“Nιenтe paυra!
Ancнe ιn qυeѕтo caѕo, ιn aιυтo
cι vιene la Naтυra!”… ed нo ғaттo la rιмa. 🙂

image

Aroмaтerapιa – Ecco alcυnι proғυnι,olι e eѕѕenze per ғavorιre мeмorιa e concenтrazιone:
Rosmarino
Il rosmarino aiuta a migliorare le memoria prescrittiva, che è la capacità di ricordare le cose che devi fare. Se hai difficoltà a ricordare gli appuntamenti e le riunioni, le scadenze di tasse e bollette o gli impegni del tuo bimbo e, quindi, riempi la casa di post-it per evitare di sbagliare, il rosmarino fa per te. Prova ad annusarlo al mattino appena sveglia e durante la giornata mettendone qualche goccia su un fazzoletto di stoffa oppure aggiungine alcune gocce ad un cucchiaio di latte e versa il tutto nella vasca per un bagno rilassante.

Basilico
Il profumo dolce e rinfrescante di basilico può contribuire a migliorare sia la scarsa memoria sia la mancanza di concentrazione dovuta alla fatica. Prima di lavorare fino a tarda notte o quando devi preparare un evento o presentazione, diffondilo nel tuo ambiente di lavoro con l’apposita lampada per aromi (o, come prima, mettine alcune gocce su di un fazzoletto).

Menta piperita
Ha bisogno di una sveglia naturale che non contenga caffeina? Prova l’olio essenziale di menta piperita. Questo profumo intenso aiuta a svegliare la mente, mettere a fuoco i sensi e migliorare la memoria. Inoltre, è una cura naturale per il мal dι testa. Se stai cercando di ridurre il consumo di tè e caffè, questo è proprio l’olio giusto.

Salvia
Questo olio essenziale naturale agisce come uno stimolante per aumentare le energie e concentrazione del mattino. A differenza degli zuccheri e del caffè, l’energia dell’olio essenziale di salvia non ha picchi e non svanisce dopo poco. Abbinato all’olio essenziale di limone o di pepe nero, aiuta a migliorare la memoria e costituisce un ottimo complemento alla roυтιne del мaттιno.
Se vuoi iniziare ad utilizzare oli essenziali, sceglili sempre bio e puri al 100%: solo così l’eғғeттo é aѕѕιcυraтo.
-Se ѕι é ιndecιѕι тra le propoѕтe, rιcordaтe cнe: l’olғaттo non мenтe!-
Cιao! ☺Zaн

image

Fonte d’ispirazione : blog di ANOTHER AND MORE.
Premessa: Ricordate che l’henne va a stratificarsi sui nostri capelli, avvolgendoli come una guaina.
La colorazione sarà permanente, e l’unico metodo per farla andare via,(soprattutto il ROSSO)è tagliare i capelli oppure
rincorrere alla vecchia amica “non amica” tinta chimica.
          – VIVA L’ HENNÉ –
La Lawsonia inermis, nota col nome comune di henna, enna o più spesso col corrispondente francese henné.
Dalle foglie e dai rami essiccati e macinati si ricava una polvere giallo-verdastra utilizzata come colorante su tessuti e pelle animale. La tonalità rosso bruna varia in funzione della composizione in rami (rosso) e foglie (marrone). Spesso è mescolata con l’indaco per disporre di una maggior gamma di colori.
In Nordafrica e India viene usata per tatuaggi temporanei su mani e piedi come mehndi o per la tintura dei capelli.
La conoscenza delle proprietà coloranti e antisettiche risale a tempi antichissimi; se ne trovano tracce fin nelle mummie egiziane.
Dona ai capelli un meraviglioso color rosso ciliegia, ma attenzione! Se siete con i capelli neri corvino, non potrete mai ottenere il rosso intenso, acceso, ma dei riflessi, con il tempo.
É se siete bionde vi diventeranno i capelli arancio!
– L’HENNE NEUTRO NON ESISTE!! In natura troviamo la CASSIA OBOVATA che é sempre una pianta, ma non é la Lawsonia!
La polvere presenta lo stesso odore e stesso color marroncino verdastro, ma la CASSIA, non ha potere colorante! Va bene per ravvivare i riflessi di chi ha i capelli scuri, é tende al color carota sui capelli biondi.
Quindi: Occhio!!!
– ERBE TINTORIE –
Le Erbe tintorie hanno la funzione di avvolgere il capello, irrobustirlo, renderlo lucido, ed evitano che si sfibri.
– Ecco la tabella scritta da ANOTHER AND MORE:
– ERBA TINTORIA
O PIANTA TINTORIA
COLORE RILASCIATO
CONSIGLI D’USO
•Henné (Lawsonia inermis) Rosso Per rilasciare al meglio il colore ha bisogno di essere ossidata in un liquido acido (es. succo di limone, aceto).
Se aggiunta acqua fredda vira il colore verso un tono più chiaro, con acqua calda verso un tono più scuro.
•Camomilla Biondo Non necessita ossidazione.
•Curcuma Giallo Oro Ha un potere colorante alto sui capelli chiari.
•Cartamo Giallino
Berberis Giallino/Arancio
Rabarbaro (Rhapontic)Biondo
Si usa per schiarire i capelli biondi o castano chiaro, è utile per combattere l’eccesso di sebo. Assieme all’Henné Neutro Centifolia, può dare riflessi simili alle “meches” del parrucchiere.
•Robbia Rosso/Arancio Aumenta i riflessi chiari e non necessita ossidazione.
•Cassia obovata Neutro (non rilascia colore, ma può evidenziare i riflessi dorati) Se ossidata con un liquido acido, può aiutare a schiarire i capelli con una costante applicazione.
•Noce Bruno
Indigo Nero/Blu Si consiglia di aggiungere poco Bicarbonato e Acqua tiepida. Utilizzarlo entro 10 minuti. Se unito all’Henné dà un castano scuro.
•Zizyphus Neutro (non rilascia colore)
•Guado Blu/Nero
•Zafferano Giallino
•Caffè (Liquido) Bruno
Aiuta a scurire il colore e ad eliminare l’odore dell’Henné, che può non piacere.
•Castagno (Bucce e Ricci) Bruno
•Ginestra Giallino
•Reseda Giallino
•Scotano Giallino
•Oricello Giallino
•Campecho o Campeggio •(Corteccia) Violetto
•Alcanna Rosso
•Katam Nero/Viola Si consiglia di aggiungere poco Bicarbonato e Acqua tiepida. Utilizzarlo entro 10 minuti. Se unito all’Henné dà un castano scuro.
Ha una tenuta maggiore rispetto all’Indigo.
•Verga d’Oro (Solidago virgaurea) Giallo
•Mirtillo Rosso/Viola
•Sambuco Rosso Scuro/Viola
•Uva Fragola (Bucce)Lilla
•Nagar (Cyperus rotundus) Marrone. Si può usare sia ossidata, sia solo con acqua.
•Fiordaliso (Boccioli) Blu
•Amla (Polvere)
Se aggiunta all’Henné, aiuta a scurire, strutturare e rinforzare i capelli.
•Rosa/Prugna Scuro
Aiuta contro la forfora, lucida e rinforza il capello.
•Jatropa o barbados é un arbusto ha potere scurente.
– Ogni tipo di erba, ha diversi benefici e sfumature per i capelli e sul cuoio capelluto.
– PREPARAZIONE DELL’HENNÉ –

image

OCCORRENTE: ciotolina e mestolo (non in metallo), asciugamano vecchio (o mantellina) per evitare di macchiarci, henne, limone, acqua, guanti (per non tingerci le mani), cuffietta da doccia, carta stagnola o pellicola trasparente.
•DOSI: dipendono dalla lunghezza dei capelli,ad esempio:
-capelli lunghi fino a metà schiena, utilizzo circa 70 grammi di polvere.
-capelli che toscano le spalle basta metá busta. Chiedete anche al vostro erborista di fiducia.
•AGGIUNTE:
-The nero: dona dei riflessi più intensi e scuri
-Caffe: per ottenere riflessi più scuri (come il the insomma)
-Infuso frutti rossi e/o al mirtillo: aumenta i riflessi violacei e rossi
– Yogurt:ammorbidisce e nutre i capelli (e permette un henne più omogeneo e liscio)
– Miele: nutre i capelli
– Oli vari: olio di mandorle, di ricino, di argan, di jojoba…. Dicono che sono utili, per nutrire il capello durante l’henne.
(C’è chi trova più bello il colore senza l’uso degli oli).
•AGGIUNTA di ERBETTE TINTORIE: Possiamo aggiungere altre erbe tintorie per variare il nostro rosso (e qui potete vedere la tabella sopra di Another And More).
•PROCEDIMENTO: Si prende la ciotolina e il mestolino si aggiunge acqua e poche gocce di limone, e naturalmente l’henne.
“Il limone” si aggiungere perchè la lawsonia per poter esercitare al meglio la sua capacità tintoria, necessita di un  ambiente acido ed il limone ( o l’aceto se preferite) è perfetto.
Dopo aver unito tutti gli ingredienti, si mischia, fino a ottenere una pappetta omogenea, liscia e senza grumi. Non troppo liquida altrimenti cola, e non troppo densa, altrimenti è difficile da  stendere.
Dopo averlo applicato su tutta la testa (puo’tornare utile il pennello da tinta), coprite il tutto con la pellicola trasparente o la carta stagnola, e mettete la cuffietta della doccia.
L’henne al caldo rilascerà maggiormente il suo colore.
•TEMPERATURA ACQUA: dipende da quanto scuro vorrete il vostro rosso, o colore; più l’acqua è calda, più scuro sarà! (No acqua bollente)
•LA POSA: dipende sempre da quanto tempo potete dedicare a questo rituale di bellezza.
Solitamente dalle 2 alle 4 ore.
•FASE RISCIAQUO
Solo con acqua tiepida (al massimo il balsamo).
•COLORE: teniamo presente che la Lawsonia rilascia il colore gradualmente per 4 giorni.
Trascorsi i quali, avremo il risultato finale.
•COME SCHIARIRE IL COLORE
Come abbiamo capito la Lawsonia con il passare del tempo tende a “scurire” il capello.
– Cosa fare per avere di nuovo dei riflessi più chiari? Ci soni due metodi:
1. Un Impacco con: Cassia, Curcuma, Camomilla, Succo di Limone e l’aggiunta di erbette giallognole che preferite.
– Fatele ossidare tutte insieme nel succo di limone.
Attenzione! Non usare troppa Curcuma sui capelli chiari perché li fa diventare giallo oro.
Sui capelli scuri la Curcuma non dà colori forti;
Mettete la pellicola e tenete in posa per 2-3 ore.
2. Un Liquido Ingiallente, metodo più veloce e valido per schiarire: si mette a bollire birra, cassia, curcuma,( 2 o 3 cucchiaini, NON di più, se no causa prurito!), camomilla e succo di limone. Dopo si filtrano con un fazzoletto così da prelevare solo il liquido. Mettere la miscela in uno spruzzino, e spruzzatela sui capelli, come e quanto desiderate.
Attenzione! Se usate la curcuma abbiate cura di riporre in un posto sicuro il liquido, altrimenti macchia di giallo e non va via!
Inoltre la “curcuma”, colora intensamente e può anche irritare la cute.
I suoi pregi sono quelli di favorire la ricresita dei capelli,e  stimolare il cuoio capelluto.
Occhio all’uso del Curry, perchè sì, contiene un po’ di curcuma, ma è molto irritante.
INFINE: abbiate cura di leggere sempre le etichette sia di henné che di erbe tintorie, affinché abbiano solo sostanze naturali senza aggiunta di sostanze chimiche, come il “Picramato”.
•PICRAMATO: (colpevole del colore verde!)
– Sostanza sintetica di colore rosso spesso addizionato alla polvere di hennè, per ottenere colorazioni per capelli più intense e resistenti rispetto a quelle ottenibili col solo henné, e per accelerare o annullare i tempi di ossidazione necessari per il rilascio del pigmento.
Applicato sopra una tintura “chimica,” può causare quei fastidiosissimi riflessi verdi.
Quindi se vogliamo solo ravvivare i nostri capelli, affidiamoci a quanto scritto sopra e alla tabella!
– MARCHE a mio giudizio BUONE: •SITARAMA – (il mio preferito) sia il Neutro che il colore Abourn ( un rosso profondo,scuro) ideale per i capelli castani,castani scuri e bruni. Consistenza e resa ottime. Prezzo 7.50€ circa. Della stessa casa consiglio lo shampo e il balsamo neutri e il mascara colorato per la ricrescita dei capelli.
•FORSAN – Rosso e Indigo un po’ sabbiosi ma buono il risultato! Mentre il neutro é ottimo per lucidare e rinforzare i capelli. Anche il prezzo è piccolo 3.50€(100gr).
•LOGONA – miscela colorante 100% vegetale. Il colore “brown” é ideale dal biondo medio al castano scuro. 100gr.€9.50
•KHADI: HENNE CON AMLA E JATROPA – buona la consistenza, impasto cremoso. Si sciacqua con facilità. 100gr. dai 6 ai 7.50€.

    BUON HENNÉ A TUTTI! 🙂 Zah

image